CARENZA DI VITAMINE

Definizione

Per quanto nei Paesi occidentali vi sia un'ampia disponibilità di tutti gli alimenti e quindi le gravi carenze vitaminiche siano ormai rare, deficit più lievi sono ancora molto diffusi nella popolazione generale e spesso restano misconosciuti proprio in ragione del quadro clinico più sfumato. La causa della persistenza di questa problematica sembra risiedere in una dieta ricca di alimenti preconfezionati ricchi di sodio, grassi idrogenati e zuccheri semplici, a fronte di una scarsità di alimenti integrali, frutta e verdura. Allo stesso modo, una dieta vegetariana stretta o addirittura vegana spesso conducono a carenze vitaminiche anche importanti. Inoltre la cottura prolungata degli alimenti, che porta alla perdita delle vitamine idrosolubili, rappresenta una possibile causa.

Descrizione dei sintomi

I sintomi sono spesso aspecifici e comunque dipendono sempre dal grado di carenza vitaminica e da quali siano le vitamine deficitarie. In generale, il quadro più tipico è caratterizzato da astenia, difficoltà di concentrazione, debolezza muscolare, maggior suscettibilità ai processi infettivi e disturbi digestivi. Le vitamine del gruppo B, presenti prevalentemente negli alimenti di origine animale, sono vitamine idrosolubili responsabili del rafforzamento delle strutture nervose, pertanto i sintomi tipici del deficit saranno proprio quelli a carico di tale apparato e dei tessuti in evoluzione. Le vitamine A, B12, B6 e C conferiscono invece resistenza alle infezioni, da cui la predisposizione ad eventi infettivi cui si assiste di fronte a una carenza di tali elementi essenziali per l'organismo. La vitamina C però, insieme alle vitamine A ed E, assume un ruolo centrale durante l'invecchiamento, proteggendo dai tumori e dai danni legati ai radicali liberi. Un deficit molto comune, soprattutto tra gli anziani, è quello della vitamina D, che assume un ruolo centrale nel metabolismo del calcio e la cui carenza può condurre a rachitismo (nei bambini) od osteomalacia (negli adulti). Infine il deficit di acido folico (B9) può condurre a una anemia cosiddetta megaloblastica, così come il deficit di B12 (che però si accompagna anche a sintomi neurologici).

Possibili rimedi

Gli integratori vitaminici non dovrebbero mai essere intesi come un sostituto a una dieta varia ed equilibrata, ma talvolta si rendono necessari.

Quale prodotto/i consigliamo

Esistono numerosi prodotti multivitaminici in commercio. Non eccedere nelle dosi al fine di non ricadere in una ipervitaminosi (più frequente per le vitamine liposolubili).

Su Farmaspeed puoi trovare più di 13.000 integratori alimentari divisi secondo le tue necessita: Cerca tutti gli Integratori Alimentari

BIO ZINCO


€ 14,50 Prezzo per te 12,33

Produttore: ANGELINI SpA



MINERALI VITAMINE AMINOACIDI PROTEINE


€ 12,65 Prezzo per te 10,75

Produttore: GENERAL PHARMA SOLUTIONS SpA




€ 28,00 Prezzo per te 26,88

Produttore: A.B.PHARM Srl



Quando è necessario rivolgersi al medico

Quando i cambiamenti nello stile di vita non sono sufficienti a risolvere il quadro, è opportuno consultare il proprio medico curante.

Quali buone abitudini seguire e quali evitare?

Per la vitamina D il consiglio più efficace resta quello di esporsi regolarmente al sole (ovviamente con le dovute protezioni). In generale, un'alimentazione varia, completa ed equilibrata dovrebbe essere in grado di garantire un apporto di micronutrienti adeguato per conservare uno stato di salute ottimale. Evitare però l'esposizione al fumo di sigaretta (che conduce soprattutto a ipovitaminosi C), nonché un'eccessiva cottura degli alimenti o una prolungata esposizione degli stessi a luce e aria. Il consumo di alcoolici andrebbe limitato il più possibile in quanto comporta sovente un malassorbimento delle vitamine del gruppo B.



Acquista su Farmaspeed

Lo shopping su farmaspeed è facile, sicuro e veloce: naviga tra le categorie ed aggiungi nel carrello i prodotti che intendi acquistare; per il pagamento accettiamo tutte le Carte di Credito, il bonifico e la spedizione in contrassegno.